Chiamaci: (+41) 91 6300 161 / (+41) 79 483 63 90

Conservativa estetica e restauratrice

L’odontoiatria conservativa si occupa della restaurazione di denti che presentano, conseguentemente a carie o traumi, lesioni dello smalto e distruzione di vario grado della corona dentale. Nel caso di piccole o medie lesioni si applica il metodo diretto, che consiste nella preparazione della cavità del dente e nella conseguente ricostruzione. Nel caso di lesioni più gravi si procede con la tecnica indiretta, che consiste nell’applicazione di una protesi nella cavità orale. 

Gli obiettivi della moderna conservativa non possono prescindere da un sano parodonto che deve sempre precedere qualunque tipo di trattamento, la soluzione del problema restaurativo deve essere:

• Terapeutica (deve curare);

• Funzionale (deve rispettare gli equilibri masticatori);

• Biocompatibile (non deve determinare alterazioni a livello fisiologico);

• Estetica.

La si può suddividere in:

CONSERVATIVA ESTETICA

Negli ultimi anni vi è stato un cambiamento radicale nell’ambito dell’odontoiatria che ha comportato una revisione degli obiettivi e priorità nella cura orale degli elementi dentali, posizionando l’estetica a pari livello della riprestinazione della funzionalità. Il restauro naturale richiede l’utilizzo di materiale estetico anche nei settori posteriori con un ripristino della corretta funzione masticatoria; precedentemente si utilizzavano materiali, ad esempio le amalgame, che davano un buon risultato funzionale ma non altrettanto estetico.

L’utilizzo di materiali compositi con elevata resistenza meccanica e l’applicazione di tecniche cliniche idonee a ricreare la corretta morfologia dentale sono due fattori determinanti per il successo del restauro. L’approccio alla conservativa estetica può contemplare un approccio multidisciplinare. Alla protesi ed alla conservativa estetica collabora spesso un trattamento ortodontico, talvolta anche la chirurgia svolge un ruolo cooperante.

E’ fondamentale la terapia di mantenimento da parte del paziente per conservare i risultati ottenuti, perciò servono visite di controllo in cui l’Odontoiatra verifica lo stato di igiene orale ed eventualmente effettua, se necessario, un trattamento di igiene professionale per garantire lo stato di salute del parodonto; ciò allo scopo di evitare o controllare eventuali microinfiltrazioni con conseguenti formazioni di carie secondarie. I batteri attaccano il punto di giunzione dente-otturazione e lavorano sul margine dentale infiltrandolo.

CONSERVATIVA RESTAURATRICE

Permette di ripristinare la funzionalità masticatoria e l’estetica mantenendo la vitalità dell’elemento dentale e conservando il più possibile il tessuto dentale.